Cisti dermoide: di cosa si tratta, come si diagnostica, come si cura

Cisti dermoide: di cosa si tratta, come si diagnostica, come si cura Cisti dermoide: di cosa si tratta, come si diagnostica, come si cura

La cisti dermoide del bambino è una tasca o una cavità localizzata in sede sottocutanea o talvolta intraossea che forma una massa che normalmente si rende visibile alla nascita o nella prima infanzia, anche se talvolta può rendersi evidente più tardivamente. Si tratta di un difetto congenito (presente fin dalla nascita) che si crea durante lo sviluppo dell’embrione per una crescita difettosa degli strati della pelle. Al suo interno contiene tessuti normalmente presenti negli strati superficiali cutanei, follicoli piliferi, ghiandole sudoripare, sebacee che secernono le loro sostanze fisiologiche, le quali si raccolgono all’interno della cisti facendola crescere di dimensione. Le sedi più colpite sono la testa, il collo e il viso. Zona frequentemente sede di cisti dermoide è il terzo esterno sopraccigliare. Quando la localizzazione è intraossea le ossa coinvolte sono più frequentemente le ossa craniche, più in particolare l’osso frontale, temporale e parietale. La loro crescita è solitamente lenta nei primi anni di vita. Ogni bambino può avvertire sintomi differenti; solitamente si tratta di un piccolo e indolore nodulo. L’approccio diagnostico deve basarsi sulla localizzazione della cisti. Una corretta diagnosi è fondamentale in quanto in certe localizzazioni può verificarsi un’espansione intracranica o intraspinale. L’aspirazione o biopsia delle cisti dermoide non è mai raccomandata per l’elevato rischio di infezione. La radiografia, la risonanza magnetica (RMN) e la tomografia assiale computerizzata (TC) della lesione sono le procedure diagnostiche necessarie in caso di dubbia localizzazione intraossea. L’ecografia è sempre utile per lo studio dei rapporti con gli strati tissutali profondi e per i controlli periodici della dimensione della cisti. Il trattamento consiste nell’escissione chirurgica della lesione, che generalmente non recidiva. Una cisti dermoide piccola e asintomatica può non richiedere l’escissione immediata, in quanto può rimanere stabile per anni o regredire con la crescita. L’intervento chirurgico si rende invece necessario per evitare complicazioni, in caso di grosse dimensioni, in caso di sovra infezione o localizzazioni critiche.
Luz Orozco-Covarrubias, M.D., Raquel Lara-Carpio, M.D.,Marimar Saez-De-Ocariz, M.D. et al “ Dermoid cyst: a report of 75 Pediatric Patients ” . Pediatric Dermatology 1-6; 2013

Ultima modifica ilVenerdì, 26 Aprile 2013 07:38
Dr. Valeria Malvasio

“…l’importanza di un accurato trattamento della patologia cutanea del piccolo paziente per una crescita serena ed armoniosa...”

Sito web: www.lesionicutaneepediatriche.it
Back to top