Ustioni da corrente elettrica in età pediatrica: primo soccorso

Si parla di scossa elettrica quando il corpo entra in contatto con un conduttore elettrico in modo diretto o attraverso un oggetto metallico. Le ustioni elettriche sono lesioni provocate dal passaggio dell’energia elettrica attraverso il corpo, che rappresenta, in questo caso, il conduttore solido al quale l’energia elettrica cede calore.
Nell’ambiente domestico, soprattutto i bambini sono le vittime di elezione: un conduttore, di solito a medio voltaggio, viene afferrato dal bambino per poco e portato alla bocca, donde la più frequente localizzazione delle lesioni alle mani e alla bocca.
Si possono distinguere tre tipologie di “scossa elettrica”:

SCOSSA ELETTRICA SEMPLICE: il bambino riesce a staccarsi da solo dall’oggetto che ha provocato la scossa, ha paura, piange ma e cosciente. Cosa fare:
-controllare la zona cutanea in cui c’è stato il contatto;
-se la cute si presenta arrossata metterla sotto l’acqua fredda per circa 20 minuti;
-tranquillizzare il bambino.

SCOSSA ELETTRICA  CON USTIONE : il contatto è più prolungato e a volte il bambino non riesce a staccarsi da solo dall’oggetto che ha provocato la scossa; nel punto di contatto si crea una lesione da ustione, il bambino è spaventato ma e cosciente e respira normalmente. Cosa fare:
-interrompere subito il contatto, staccando la corrente se l'interruttore a portata di mano;
-dire al bambino di cercare di staccarsi e se non riesce da solo spingerlo via con un oggetto di legno, come una sedia (se non ci sono oggetti di legno a portata di mano dare un colpo secco e veloce con la mano o col piede al bambino in modo da staccarlo dal contatto);
-se la causa della scossa è un apparecchio elettrico caduto nell'acqua staccare la spina prima di toccare il bambino;
-controllare che bambino respiri bene;
-controllare l'ustione e prendere e iniziare le prime cure.
In caso di qualsiasi dubbio sulle condizioni cliniche generali del bambino portarlo immediatamente al più vicino PS locale o attivare il 118.
Essere sempre consapevoli che dopo un’ustione elettrica di qualsiasi tipo un bambino può sperimentare uno shock. Si ricordano i sintomi e segni più comuni di shock :
-sudorazione fredda
-debolezza
-respirazione irregolare
-brividi
-labbra pallide o di colore blu
-unghie pallide o di colore blu
-nausea
SCOSSA GRAVE O FOLGORAZIONE: la scarica elettrica è fortissima, il bambino non riesce a staccarsi da solo, nel punto di contatto si crea una lesione da ustione, il bambino è incosciente, può presentarsi arresto cardio-respiratorio. Cosa fare:
-staccare immediatamente il bambino dal contatto;
-controllare il  respiro e il cuore ed eventualmente praticare la rianimazione;
-chiamare immediatamente il 118.

Si ricorda l’importanza di:
-non precipitarsi a staccare il bambino dall'oggetto che ha provocato la scossa, potendo il soccorritore stesso prendersi la scossa, rimanendo attaccato alla fonte;
-se la causa della scossa è un apparecchio elettrico caduto nell'acqua ricordarsi di staccare prima la spina dell'apparecchio dalla presa e poi toccare il bambino.

…e infine si ricorda l’importanza della salvaguardia della salute e della vita del bambino tramite semplici accorgimenti preventivi delle ustioni elettriche domestiche:
-coprendo tutte le prese elettriche con gli appositi “copripresa”;
-installando interruttori salvavita;
-controllando periodicamente gli apparecchi elettrici della casa.

Ultima modifica ilMartedì, 27 Agosto 2013 12:46
Dr. Valeria Malvasio

“…l’importanza di un accurato trattamento della patologia cutanea del piccolo paziente per una crescita serena ed armoniosa...”

Sito web: www.lesionicutaneepediatriche.it
Altro in questa categoria: « Medicazioni avanzate in età pediatrica
Back to top